PR Digitali: gli Influencer ci mettono la faccia. Non possiamo chiedere…


Dato che l’argomento è relevant per chi si occupa di social e specialmente di PR Digitali, segnalo questo post che ho pubblicato sul mio blog focalizzato sulle Relazioni Pubbliche Digitali (e che è un “companion” dell’omologo manuale “Relazioni Pubbliche Digitali” ).

Uno dei temi fondanti del libro è quello delle PR Digitali come disciplina che si basa sull’uso dell’influenza di terzi a nostro favore.
In parole molto spicciole, se l’influencer è un blogger (ad esempio) vogliamo che parli di noi – e ne parli bene. Che non faccia da megafono pubblicitario, pubblicando in maniera asettica un messaggio preconfezionato, ma che ci metta del suo.
In sostanza vogliamo che ci metta la faccia, che aggiunga la sua credibilità, reputazione, simpatia alla nostra (se ce l’abbiamo).
Ma cosa possiamo e non possiamo chiedere?

Il post lo potete leggere qui:

http://www.relazionipubblichedigitali.it/2015/04/pr-digitali-gli-influencer-ci-mettono.html

Annunci

Questo Blog. E come si scrive un Brand Plan


Ultimamente sono stato poco dietro a questo blog, anche per via del rush finale per pubblicare il mio libro sulle PR Digitali (vedi i post precedenti) e il lancio del blog relativo http://www.relazionipubblichedigitali.it/ che si concentra su case history e post di strategia –  stretti sul tema delle Online PR.

Il blog dei Digital Planner a questo punto, nella mia visione, dovrebbe diventare una selezione dei post migliori, più strategici, più stretti sul digital planning scelti tra quelli che ho già pubblicato sui miei altri blog. Un’antologia, un curated content, se ce la vogliamo tirare 🙂

Inizio risegnalando questa presentazione su Slide Share. Può servire.

//www.slideshare.net/fullscreen/GrahamRobertson/how-to-write-a-brand-plan